Incrementare le prestazioni dei profili roaming

I profili roaming (o profili mobili) permettono agli utenti di mantenere configurazioni e file personali indipendentemente dal computer di dominio al quale è stato eseguito l’accesso. Tuttavia non è raro avere problemi di prestazioni in quanto, in fase di login e logout, il contenuto dell’intero profilo deve essere copiato tra il server e il client e questo oltre a ridurre complessivamente le prestazioni della rete locale, comporta dei tempi di attesa relativamente lunghi per l’utente. La copia viene inoltre eseguita in due fasi per ragioni di sicurezza, quindi lo spazio libero su server deve essere preferibilmente pari ad almeno al doppio della dimensione attuale di ogni profilo.
In caso contrario, soprattutto durante connessioni o disconnessioni multiple, potrebbe non essere possibile salvare le modifiche. Tale problema viene segnalato dalla visualizzazione di un messaggio di errore simile al seguente:

Impossibile copiare il profilo da …. a ….. Lo spazio su disco è insufficiente

Microsoft Support – Disk Space Error Message with Roaming Profiles

Mediante una rete locale molto veloce o limitando pesantemente la dimensione massima di ogni profilo è possibile aggirare il problema, ma non si ha una reale ottimizzazione delle risorse a disposizione.

La soluzione migliore per risolvere tali problematiche è sicuramente quella di abbinare la funzionalità dei “Profili mobili” a quella del “Reindirizzamento cartelle”.

Il “Reindirizzamento cartelle” offre molti vantaggi:

– Reindirizza le cartelle personali degli utenti (Documenti, Desktop, ecc…) verso una condivisione di rete in maniera del tutto invisibile all’utente.

– Permette di archiviare i file personali di tutti gli utenti su un unico server a scopo di backup come i profili roaming.

– La disponibilità dei file nei computer client è garantita anche in caso di assenza di connettività durante l’attività dell’utente tramite la sincronizzazione file automatica.

– E’ possibile reindirizzare anche il contenuto del cestino dell’utente

Per ulteriori informazioni sul reindirizzamento cartelle:

Microsoft TechNet – Panoramica del reindirizzamento delle cartelle

In questo modo i file personali, che sono i maggiori responsabili dell’occupazione di spazio, verranno archiviati all’esterno dei profili veri e propri pur mantenendo caratteristiche di portabilità e di gestione equivalenti. Poiché solo le impostazioni del profilo verranno archiviate nei profili roaming, i dati da trasferire in fase di connessione/disconnessione saranno ridotti portando quindi ad un abbassamento dei tempi e ad una gestione migliore dei file degli utenti che non dovranno essere totalmente trasferiti in continuazione nei client. La caratteristica di sincronizzazione file offline genera comunque traffico di rete, ma la gestione è migliore in quanto il trasferimento avviene in background e riguarda solo le modifiche apportate (NOTA: In client Windows XP viene eseguito un processo di sincronizzazione anche in fase di disconnessione dell’utente, ma la procedura è comunque più veloce rispetto al trasferimento completo). Inoltre è possibile limitare la dimensione complessiva dei dati di ogni utente mediante l’utilizzo di quote sul server che ospita la cartella condivisa per i reindirizzamenti: in questo modo è possibile evitare la crescita incontrollata di file sottoposti a sincronizzazione.

Per la configurazione del reindirizzamento è possibile seguire la procedura contenuta nel seguente documento:

Microsoft TechNet – Distribuire il reindirizzamento delle cartelle

La configurazione nelle group policy può essere eseguita contemporaneamente o successivamente alla configurazione dei profili roaming. Nel caso siano già presenti file all’interno del profilo, sarà necessario prima spostarli nella cartella condivisa di destinazione dei reindirizzamenti.

E’ possibile anche disabilitare la caratteristica di sincronizzazione, ma generalmente non è consigliato in quanto, oltre ai disagi in caso di disconnessione, si potrebbe verificare un rallentamento nell’apertura di file. Si consiglia quindi di intraprendere questa strada solo se la banda offerta dalla rete è limitata e la connessione con il server è molto affidabile.

Microsoft TechNet – Disable Offline Files on Individual Redirected Folders

Per ulteriori informazioni sui vantaggi offerti dalla sincronizzazione dei file offline nei client Windows 7 e successivi:

Microsoft TechNet – Guida dettagliata relativa alla configurazione di nuove funzionalità File offline per computer Windows 7

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *