Aggiungere automaticamente dei client ad una Raccolta dispositivi di System Center 2012

In System center Configuration Manager 2012 è possibile organizzare i client in raccolte di dispositivi in modo da ottimizzarne la gestione. L’aggiunta dei client può avvenire manualmente ma è possibile anche programmare la raccolta in modo che includa automaticamente tutti i client con determinate caratteristiche (ad esempio includere solo computer in base alla subnet IP utilizzata, al nome sulla rete, alla versione di sistema operativo, ecc…).

Per configurare l’inclusione automatica dei client:

  • Dalla console di System Center, entrare nelle proprietà della raccolta desiderata
    propgruppo
  • Nelle proprietà andare alla scheda “Regole di appartenenza”, quindi fare click su “Aggiungi regola” e selezionare “Regola di query”regapp
  • Nella finestra “Proprietà regola di query”, specificare in alto un nome da utilizzare per identificare la query (cioè la regola di ricerca dei computer da includere) poi fare click su “Modifica istruzione query”.
    query1
  • Verrà visualizzata la finestra di creazione della query: è possibile passare tra l’editor grafico e quello testuale facendo click sul pulsante “Mostra linguaggio query”/”Mostra struttura query”.
    Solitamente consiglio di utilizzare l’editor grafico per ricercare un attributo specifico o al massimo per l’implementazione di semplici query (il procedimento è un po’ macchinoso perché comporta la navigazione in numerose finestre), mentre di utilizzare l’editor testuale per copiare il codice WQL (ad esempio per riutilizzare la query in altre raccolte) o per creare query più complesse.
    query_prop

Nel nostro esempio utilizziamo l’editor visuale per creare da zero una query che filtra tutti i client presenti in una subnet IP specifica (192.168.2.0/24):

  • Andare alla scheda “Criteri” e selezionare il pulsante di nuovo elemento.
    query_criterio
  • Nelle proprietà del criterio fare click sul pulsante “Seleziona…” per cercare gli attributi (un attributo può ad esempio rappresentare una proprietà del client, come il nome, la versione del sistema operativo, la subnet). Gli attributi sono organizzati in classi, quella denominata “Risorsa di sistema” racchiude molte proprietà del client, quindi in genere è una tra quelle più utilizzate.
    attributi
  • Una volta selezionato l’attributo desiderato è possibile completare la configurazione del criterio. Ad esempio nel nostro caso impostiamo la condizione che l’attributo subnet del client deve essere uguale a 192.168.2.0. Quindi, quando la condizione risulterà vera, il client verrà aggiunto automaticamente alla raccolta.
    query_attr
  • A questo punto salvando le modifiche e passando all’editor testuale sarà anche possibile visualizzare e modificare le istruzioni WQL della query appena creata.
    query_wql

Al termine della creazione della query il suo nome apparirà nella lista “Regole di appartenenza” nelle proprietà della raccolta.
Se si vuole iniziare subito l’inclusione automatica dei client nella raccolta, fare click con il tasto destro del mouse sul nome della raccolta e selezionare “Aggiorna appartenenza”. Questa operazione impiega un tempo proporzionale al numero di client, al termine potrebbe essere necessario anche utilizzare il pulsante “Aggiorna” per visualizzare correttamente la lista aggiornata dei client.
aggiorna_app

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *